Bohemian rhapsody.

Questa sera sono andata a vedere il film sui Queen e Freddy Mercury. Il film è fatto molto bene ed il protagonista è magistrale. Bravi anche gli altri attori e la storia è quella di un grande sognatore e del suo sogno.

Però l’amarezza per il senso di vuoto e solitudine che ha caratterizzato la vita di quell’incredibile artista, il conseguente tentativo di riempire quel vuoto che talvolta lo sommergeva mediante l’uso di alcool, droga e la compagnia di personaggi discutibili che lo sfruttavano, mi ha profondamente colpita. E quando finalmente aveva trovato un equilibrio, è arrivata la malattia che ha stroncato il suo genio.

Vale la pena vedere questo film, tenendo presente però che non ne uscirete indenni…

Annunci